Con le mie Mani, la mia Mente, la mia Passione, il mio Cuore. Dal 1700.

Mastro Livi

Lido Livi - in arte Mastro Livi - nasce a Montepulciano, in provincia di Siena, nel 1941 e discende da un'antica famiglia che tramanda la propria tradizione artigianale dall'inizio del 1700, attività fondata a Foiano della Chiana, in provincia di Arezzo, da Antonio Livi. Per la sua rinomata abilità e talento, Antonio Livi fu nominato archibugiere del granducato dal Granduca di Toscana Cosimo III, titolo conferito ed esteso fino alla sesta generazione di discendenza.
Già a quei tempi i Livi si dedicavano alla costruzione di archibugi, fucili, armi bianche, forbici e affilatura di taglienti, una tradizione che si tramanda ancora oggi di padre in figlio e attualmente perpetuata da Lido Livi e dal figlio Luca, rappresentante della sesta generazione.
Lido Livi - Mastro Livi - ha ricevuto l'insegnamento a questa arte dal padre Alfonso, trasmettendo il sapere di un mestiere nobile e antico, in particolare, la passione per il rasoio a mano libera che lo accompagna ancora oggi. L'insegnamento del padre lo avvia a questa arte già all'eta di cinque anni, quando gli permette di affilare un coltello sulla mola. Si tratta di un insegnamento rigoroso e pratico che non consente di trascurare la scuola dell'obbligo, dividendo il mattino per le lezioni in classe e il pomeriggio per il lavoro di bottega.
La famiglia Livi si trasferisce a Perugia nel 1955, quando Lido Livi compie il suo quattordicesimo anno di età. Proprio in questo periodo il padre Alfonso gli permette di lavorare sul rasoio a mano libera, ritenendolo finalmente all'altezza di confrontarsi con uno strumento così nobile, fragile e delicato, qualcosa che richiede evidentemente una conoscenza e una capacità ben maggiore di coltelli, forbici e altri taglienti.
L'attività svolta da Mastro Livi, sin dai tempi del suo trasferimento a Perugia, include la costruzione di coltelli casalinghi e professionali, forbici da parrucchiere e da sartoria, taglienti di vario tipo, oltre - ovviamente - rasoi a mano libera. A quei tempi - negli anni 1960 - il servizio professionale rivolto ai barbieri del centro Italia rappresenta una delle attività principali della Livi Coltellerie, offrendo un qualificato e rinomato servizio di affilatura e restauro di forbici e rasoi. Un'altra attività di rilievo svolta da Mastro Livi è la costruzione e l'affilatura di lame da microtomia, un servizio che per anni ha fornito a molti istituti di ricerca e ospedali italiani, compresa la realizzazione di strumenti chirurgici.
Negli anni 1970, per la sua capacità professionale e artigianale, oltre al talento nella costruzione e nell'affilatura di taglienti, i suoi clienti, riconosendogli una superiore capacità in questo mestiere, gli conferirono naturalmente il titolo onorifico di "Mastro" e con il quale erano soliti chiamarlo: nacque così il titolo di "Mastro Livi".
Ancora oggi Mastro Livi si dedica con la stessa passione alla costruzione di coltelli, forbici, pennelli da barba, coramelle, paste abrasive e rasoi a mano libera. Mastro Livi è da sempre impegnato nella sperimentazione di nuovi materiali e acciai per la costruzione delle sue opere, così da potere offrire e garantire ai propri clienti strumenti da taglio e rasoi a mano libera realizzati con materiali personalmente verificati e collaudati dal punto di vista tecnico e funzionale. Con la stessa passione e dedizione è impegnato nella ricerca e messa a punto di nuove, esclusive e personali tecniche per la realizzazione di acciaio damasco. Grazie alla sua vasta competenza in questo settore, Mastro Livi ha realizzato il suo celebre damasco CarboInox - unione di acciaio al carbonio e acciaio inossidabile da tempra, sia omogeneo sia damasco - oltre alla costruzione di damasco in acciaio inossidabile totalmente da tempra usando esclusivamente tecniche artigianali.
Mastro Livi è riconosciuto in tutto il mondo come il principale esponente nella costruzione artigianale di rasoi a mano libera: a lui si deve infatti la rinascita - all'inizio degli anni 2000 - dell'interesse per questo nobile strumento da rasatura e che ancora oggi suscita un fascino inalterato nel tempo.
Nel corso della sua attività - di oltre sessanta anni - Mastro Livi ha realizzato oltre 1500 (millecinquecento) rasoi a mano libera, oltre a coltelli professionali, sportivi e da collezione e forbici da parrucchiere e ha restaurato e affilato oltre 100.000 (centomila) rasoi a mano libera. Basti pensare che, solamente negli anni 1960 e 1970 - e gran parte degli anni 1980 - la media annuale era di 6000 (seimila) rasoi restaurati e affilati, sia per barbieri dell'Italia Centrale e clienti della Livi Coltellerie, sia per clienti privati. A questi vanno aggiunti i rasoi artigianali costruiti personalmente da Mastro Livi nel suo laboratorio di Perugia.
 
 
 

 
Il padre di Mastro Livi, Alfonso Livi, negli anni 1930 con la sua motocicletta Triumph allestita per il servizio a domicilio di affilatura. Con questa motocicletta offriva servizio di affilatura per strumenti da taglio per uso casalingo e professionale, oltre a strumenti chirurgici presso ospedali. Nel sedile posteriore della motocicletta sono visibili alcuni rasoi a mano libera. Per la sua nota e riconosciuta abilità nel restaurare e affilare i rasoi a mano libera, così come rimettere a nuovo un rasoio considerato inutilizzabile, i clienti erano soliti chiamare Alfonso Livi "il mago del rasoio".
 


 
1966: un giovane Mastro Livi al lavoro nel suo negozio di Perugia di Via Bella, mentre restaura un rasoio a mano libera
 


 
1966: Mastro Livi nel suo negozio di Perugia mentre illustra a un suo cliente come si usa la coticula belga per affilare un rasoio a mano libera
 


 
1966: la signora Elena Livi nel negozio di Perugia. In alto sono visibili le coramelle a telaio in pelle e tela, inventate da Alfonso Livi negli anni 1950, già a quei tempi molto apprezzate e usate dai barbieri e clienti della Livi Coltellerie
 


 
1966: la signora Elena Livi nel negozio di Perugia di Via Bella
 




L'originale coramella a telaio ideata da Alfonso Livi. 1956 circa.

Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi Coramella di Alfonso Livi
 


 
1978: Mastro Livi nel laboratorio di Ponte San Giovanni mentre forgia una spada
 


 
1978: Mastro Livi mentre forgia una spada con la mazza sull'incudine
 


 
1978: Mastro Livi mentre forgia una spada al maglio
 


 
1984: Mastro Livi riceve il premio internazionale per l'innovazione "Ercole d'Oro" dal noto giornalista RAI Ruggero Orlando
 


 
Novembre 2014: Mastro Luca Livi e Mastro Lido Livi al Culter Expo di Novegro (Milano). In questa occasione Mastro Livi ha ufficialmente presentato il rasoio Grifetto e il suo rasoio gigante completamente costruito a mano
 


 
Ottobre 2015: la signora Elena Livi e Mastro Livi al Culter Expo di Novegro (Milano)