Con le mie Mani, la mia Mente, la mia Passione, il mio Cuore. Dal 1700.
Carrello vuoto

Condizioni di Vendita

Condizioni generali del contratto. Le forniture di beni e servizi oggetto del presente contratto sono concluse in ottemperanza alle disposizioni del codice civile della Repubblica Italiana in materia di vendite nonché alle disposizioni in materia di vendite per corrispondenza con supporti informatici e dalle pattuizioni che seguono:

1. Fattispecie contrattuale. Al presente contratto di vendita si applicano le norme ex art. 1336 codice civile con la clausola "salvo conferma" da parte del venditore.

2. Prodotti e servizi. I beni e i servizi in vendita sono quelli descritti nelle apposite vetrine, le descrizioni contengono le caratteristiche essenziali dei beni. Eventuali cambiamenti delle caratteristiche dei prodotti ordinati verranno comunicati al cliente via posta elettronica prima dell'esecuzione dell'ordine, in tal caso questi avrà facoltà di risolvere il contratto e il diritto alla restituzione di eventuali somme pagate. L'offerta dei beni è valida sino a revisione che verrà comunicata e pubblicata sotto la descrizione dei prodotti o servizi.

3. Prezzi. Tutti i prezzi dei beni e dei servizi sono espressi in Euro (€) e sono comprensivi dell'imposta sul consumo (IVA). Nel caso di spedizioni a soggetti che abbiano richiesto fattura, domiciliati al di fuori dell'Unione Europea, l'imposta non verrà applicata. I prezzi sono validi sino a revisione che verrà comunque pubblicata sotto la descrizione dei prodotti o servizi.

4. Modalità di pagamento. I beni e i servizi possono essere pagati con carta di credito le cui informazioni saranno inserite nel sistema sicuro con protocollo SSL fornito dalla banca oppure attraverso bonifico bancario.

5. Conferma dell'ordine. La conferma dell'ordine da parte del cliente costituisce specifica richiesta di invio dei beni ex art. 18 D.Lgs 31 marzo 1998 n.114. È fatto salvo il diritto di recesso di cui all'articolo seguente. Alla conferma dell'ordine sarà inviato al cliente un messaggio di posta elettronica a titolo di conferma e ricezione ordine da parte del fornitore.

6. Diritto di recesso. Ai sensi dell'art. 4 e art. 10 del D.Lgs. 15/01/1992 n.50, l'acquirente può esercitare il diritto di recesso entro sette (7) giorni dalla data del ritiro della merce mediante avviso raccomandato con conferma di ricevimento, da inviare al domicilio del venditore così come indicato nel contratto; tale avviso potrà essere anche anticipato al medesimo fornitore via posta elettronica o a mezzo fax; in tal caso è fatto obbligo all'acquirente, di invio dell'avviso raccomandato A.R. entro le successive 48 ore. La merce dovrà essere restituita entro e non oltre tre (3) giorni dall'esercizio del diritto di recesso.

7. Spedizioni. I beni acquistati sono spediti tramite il corriere selezionato dall'acquirente al domicilio indicato nell'ordine. Il domicilio di consegna potrà anche non coincidere con quello dell'acquirente, in tal caso il venditore è manlevato da ogni responsabilità per consegne a indirizzi diversi da quelli dell'acquirente o comunque da questo suggeriti. In tal senso il venditore è esonerato da eventuali violazioni sulla legge 675/96 c.d. legge sulla privacy, in quanto le informazioni sono state fornite direttamente dall'acquirente. I tempi di consegna sono dipendenti dal tipo di vettore e di servizio selezionato dall'acquirente e in accordo alle tabelle di consegna predisposte dal vettore a partire dal momento del ritiro della merce da parte di quest'ultimo. In ottemperanza al D.Lgs. 185/1999 il termine massimo per l'esecuzione dell'ordine è di giorni trenta (30) al termine del quale l'acquirente avrà diritto al rimborso delle somme eventualmente versate. Il costo della spedizione non è incluso nel prezzo dei beni o dei servizi ed è specificato in calce alla conferma d'ordine.

8. Norme di riferimento. Al contratto si applicano:

  • Le norme del codice civile
  • Le norme di cui alla legge 15 marzo 1997 n.59
  • Le norme di cui al DPR 10 novembre 1997 n.513
  • Le norme di cui al D.Lgs. 15 gennaio 1992 n.50
  • Le norme di cui la D.Lgs. 22 maggio 1999 n.185
  • Le norme di cui alla direttiva comunitaria 93/13/CEE e legge 6 febbraio 1996 n.52
  • Le norme di cui alla legge 30 luglio 1998 n.281
  • Le norme di cui al D.Lgs. 74/1992

9. Foro competente. In caso di controversia sarà competente il foro di Perugia (Italia) Legge 218